Primo Piano

CCNL Giocattoli Industria: l'accordo di rinnovo del 20/2/2017

Siglato il giorno 20/2/2017, tra ASSOGIOCATTOLI e FEMCA-CISL, FILCTEM-CGIL, UiLTEC-UIL, l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL 20/1/2014 per i dipendenti da aziende produttrici di giocattoli. Decorrenza e durataL’intesa decorre dall’1/4/2016 e scadrà, sia per la parte economica che per la parte normativa, il 31/12/2019.I singoli istituti modificati o introdotti dal presente accordo decorrono dal 20/2/2017, ove non sia specificamente indicata una diversa decorrenza. Sono fatte salve le decorrenze e le scadenze indicate per la parte economica. Aumenti e minimi retributiviL’accordo prevede un aumento medio sui minimi di 70,00 euro (3 livello), distribuito in tre tranche: 24,00 euro, dall’1/1/2017; 23,00 euro, dall’1/1/2018; 23,00 euro, dall’1/3/2019.Pertanto alle scadenze indicate si erogheranno i seguenti minimi retributivi, con la precisazione che l’aumento relativo alla prima tranche sarà corrisposto con i dovuti conguagli con la corresponsione della retribuzione del mese di marzo 2017. Livello Dal 1/1/2017 Dal 1/1/2018 Dal 1/3/2019 7 1.536,66 1.564,74 1.592,8

Anagrafe tributaria, si avvicina il termine per le comunicazioni

Il prossimo 28 febbraio è l’ultimo giorno utile per l’invio di alcuni tipi di comunicazioni all’Anagrafe tributaria, esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati. Gli operatori di ciascun settore devono comunicare entro il 28 febbraio 2017 i dati relativi all’anno d’imposta 2016 in relazione ai contratti e premi assicurativi, agli interessi passivi per contratti di mutuo, alle spese universitarie, ai rimborsi delle spese sanitarie e universitarie, ai contributi versati alle forme pensionistiche complementari, alle spese per interventi di ristrutturazione o risparmio energetico sulle parti comuni del condominio.Gli operatori devono inviare i dati attraverso i servizi telematici dell’Agenzia, Entratel e Fisconline, anche tramite intermediario. Le comunicazioni dei dati dei contratti e premi assicurativi vanno, invece, effettuate utilizzando il Sistema di interscambio dati (Sid).Gli operatori possono effettuare tre tipi di invio:- "ordinario", ma non necessariamente unico, dal momento che alle informazioni contenute in una prima comunicazione pos

Imposta di registro al 3% per i decreti ingiuntivi a favore del fideiussore

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 22 febbraio 2017, n. 22/E, ha fornito chiarimenti sulla corretta modalità di tassazione dei decreti ingiuntivi emessi a favore del fideiussore, precedentemente escusso dal creditore, che abbia agito in via di regresso nei confronti del debitore principale, in relazione al nuovo orientamento giurisprudenziale. La questione riguarda la tassazione con imposta proporzionale di registro dei decreti ingiuntivi recanti "condanna al pagamento di somme a favore del fideiussore precedentemente escusso dal creditore del rapporto obbligatorio principale, quest'ultimo ricadente in ambito IVA".La Corte di Cassazione nella recente sentenza n. 20266 del 9 ottobre 2015 ha affermato il principio secondo il quale, il decreto ingiuntivo ottenuto dal garante escusso dal creditore garantito nei confronti del debitore principale è soggetto a registrazione con aliquota proporzionale al valore della condanna, in quanto il garante medesimo, a seguito del pagamento, non fa valere corrispettivi o prestazioni soggette all’imposta sul valore aggiunto, superando cos

I.N.L.: ulteriori indicazioni operative al personale ispettivo

Facendo seguito alle precedenti istruzioni, fornite con circolare n. 2/2017, e alle prime problematiche segnalate sul territorio, l’Ispettorato nazionale del lavoro fornisce ulteriori indicazioni operative sull’attività di vigilanza (Lettera circolare n. 2/2017). Circa la notificazione degli atti relativi ad accertamenti di carattere previdenziale e assicurativo, d’intesa con INPS e INAIL, in data 21 febbraio è stata sottoscritta apposita convenzione con l’INPS, nell’ambito della quale è affrontata tale problematica, da sviluppare con successive note di chiarimento.L’Ispettorato nazionale del lavoro precisa, tuttavia, che l’assenza del logo INL sulle buste non appare ostativa alla corretta notificazione degli atti.Con riferimento alla indicazione della sede dove far pervenire le cartoline di ritorno, andranno indicate le competenti sedi di INPS e INAIL atteso che, come già indicato con circolare n. 2/2017, "i fascicoli delle pratiche resteranno presso le sedi degli Istituti che trasmetteranno copia del relativo verbale alla competente sede dell’Ispettorato". L’INL, l’INPS e l’INA

Sisma agosto 2016: modalità di sospensione delle ritenute IRPEF

I sostituti d'imposta, indipendentemente dal domicilio fiscale, a richiesta degli interessati residenti nei comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016, non devono operare le ritenute alla fonte a decorrere dal 1° gennaio 2017 fino al 30 novembre 2017. Con messaggio del 21 febbraio 2017, n. 767, l’Inps fornisce alcune precisazioni al riguardo. L’articolo 48 della legge 15 dicembre 2016, n. 229 (di conversione del D.L. 17 ottobre 2016, n. 189) - concernente "Proroga e sospensione di termini in materia di adempimenti e versamenti tributari e contributivi, nonché sospensione di termini amministrativi", ha disposto che, i sostituti d'imposta, ovunque fiscalmente domiciliati nei Comuni interessati dagli eventi sismici del 24 agosto 2016, a richiesta degli interessati, non devono operare le ritenute alla fonte a decorrere dal 1° gennaio 2017 e fino al 30 settembre 2017. Nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto, tale disposizione si applica limitatamente ai singoli soggetti danneggiati.Successivamente, con Decreto Legge 9 febbraio 2017, n. 8, la previsio

Trattamenti di integrazione salariale: importi massimi per l'anno 2017

L’Inps comunica la misura, in vigore dal 1° gennaio 2017, degli importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito Cooperativo, dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione agricola, nonché la misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili (Circolare n. 36/2017). L’art. 3, co. 6, D. Lgs. n. 148/15 prevede che, con effetto dal 1° gennaio di ciascun anno, a decorrere dall’anno 2016, i c.d. "tetti" dei trattamenti di integrazione salariale, nonché la retribuzione mensile di riferimento, comprensiva dei ratei di mensilità aggiuntive, da prendere a riferimento quale soglia per l’applicazione del massimale più alto siano aumentati nella misura del 100% dell’aumento derivante dalla variazione annuale dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati. In applicazione di quanto previsto dall’art. 1, co. 287, L. n. 208/2015, anche l’aggiornamento degli importi mass

Istituzioni Socio-Assistenziali Agidae: stesura del testo definitivo

Istituzioni Socio-Assistenziali Agidae: stesura del testo definitivo Sottoscritto, il 20/2/2017, tra AGIDAE e FP-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS il testo definitivo del rinnovo 2017-2019 del CCNL per i dipendenti delle realtà socio-sanitarie-assistenziali-educative aderenti all'AGIDAE. In sintesi le novità: Il contratto prevede un aumento di 110 euro lordi sul livello C2, da erogare in 3 tranches: - 60 euro dall’1/1/2017- 20 euro dall’1/1/2018- 30 euro dall’1/1/2019. Seguono, pertanto, i nuovi minimi contrattuali conglobati mensili Categorie Dal 1/1/2017 Dal 1/1/2018 Dal 1/1/2019 A 1.000,00 1.012,80 1.032,07 A2 1.340,18 1.357,40 1.383,22 A3 1.383,54 1.401,31 1.427,98 B2 1.445,22 1.463,78 1.491,64 C1 1.494,55 1.513,75 1.542,55 C2 1.556,61 1.576,61 1.606,61 D 1.598,03 1.618,56 1.649,36 D1 1.685,10 1.706,75 1.739,23 E1 1.776,08 1.798,90 1.833,13 E2 1.883,04 1.907,24 1.943,53 F1 1.991,04 2.016,63 2.055,00 F2 2.098,00 2.124,95 2.165,39 Contratto a termineNel rispetto di quanto previsto dal comma l dell’art. 23 D.Lgs n. 81/2015, il numero massimo di lavoratori che

FESICA CONFSAL - CONFSAL FISALS: firmato accordo sulla detassazione

Firmato lo scorso gennaio, tra la FESICA CONFSAL e la CONFSAL FISALS, l’accordo quadro nazionale in materia di detassazione. Le Parti firmatarie in attuazione del decreto che prevede l’applicazione di una agevolazione fiscale alla retribuzione di produttività erogata in esecuzione di contratti sottoscritti a livello territoriale o aziendale, tenuto conto del suo carattere cedevole rispetto ad eventuali e specifiche intese aziendali o pluriaziendali, costituisce un modello utile per l’attuazione delle finalità perseguite dalla legislazione in materia di misure per l’incremento della produttività del lavoro e, pertanto, per il conseguimento dei relativi benefici per i lavoratori.Inoltre le Parti si impegnano, ciascuna per le proprie competenze, a trasmettere tempestivamente il modello di accordo alle proprie sedi territorialmente competenti assicurando che, dopo la sottoscrizione, venga fornita adeguata informazione sia ai lavoratori dipendenti che alle singole aziende associate al Sindacato Nazionale Agenti SNA.Il presente accordo ha validità dall’1/1/2017 e ha durata biennale. I

Bonus agroalimentare: e-commerce e reti di impresa

Da oggi e fino al 28 febbraio 2017 aperto il canale telematico per presentare le domande per l'attribuzione del credito di imposta per gli investimenti effettuati nel 2016 da reti di imprese agricole e agroalimentari e per il commercio elettronico di prodotti agroalimentari (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - Comunicato 17 febbraio 2017). Doppio appuntamento per le imprese del settore agroalimentare a cui sono dedicati i benefici, sotto forma di credito d’imposta, distintamente riconosciuti in relazione a:- investimenti effettuati nell’ambito di reti di imprese;- investimenti per l’avvio e lo sviluppo dell’e-commerce. In relazione alla prima tipologia, il credito d’imposta è riconosciuto alle imprese (anche se costituite in forma cooperativa o riunite in consorzi) aderenti ad un contratto di rete già costituito al momento della presentazione della domanda, titolari di reddito di impresa o di reddito agrario che producono prodotti agricoli, della pesca e dell'acquacoltura. Le aggregazioni devono essere formate, pena l'inammissibilità, da più imprese fra

Denunce intrastat acquisti: prorogato l'obbligo di trasmissione

Resta ancora per un anno l’obbligo di trasmissione delle comunicazioni relative agli acquisti intracomunitari di beni ed alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in altro Stato membro dell'Unione europea (Modelli INTRA-2). In vista dell’imminente scadenza relativa alla denuncia intrastat riferita al mese di gennaio, l’Agenzia delle Dogane comunica la persistenza dell’obbligo, che sarà formalizzata con la conversione in legge del cd. "decreto milleproroghe" (Agenzia delle Dogane - Comunicato n. 20661/U/2017). Con il collegato fiscale alla legge di bilancio 2017 (D.L. n. 193/2016) è stata disposta una semplificazione degli adempimenti a carico delle imprese, prevedendo a decorrere dal 1° gennaio 2017 la soppressione dell’obbligo di trasmettere le denunce intrastat relative agli acquisti ed alle cessioni di beni, nonché alle prestazioni di servizi effettuate e ricevute con soggetti passivi europei.Tuttavia, in base al Regolamento CE n. 638/2004 gli Stati membri hanno l’onere di trasmettere alla Commissione Eurostat i risultati mensili delle statistiche sugli sca