Primo Piano

INPS: agevolazioni per i lavoratori di fibre ceramiche

L’INPS riconosce ai soggetti che hanno prestato attività lavorativa dipendente nei reparti di produzione degli stabilimenti di fabbricazione di fibre ceramiche refrattarie il beneficio previdenziale previsto in favore dei lavoratori esposti all'amianto. (INPS - Circolare 19 agosto 2019, n. 119). Con la circolare in oggetto si forniscono le istruzioni applicative delle disposizioni che prevedono, a decorrere dall'anno 2018, il riconoscimento del beneficio previdenziale ai lavoratori che abbiano prestato la loro attività nei reparti di produzione degli stabilimenti di fabbricazione di fibre ceramiche refrattarie.Ai sensi dell'articolo 13, comma 8, della legge n. 257 del 1992, per i lavoratori che siano stati esposti all'amianto per un periodo superiore a dieci anni, l'intero periodo lavorativo soggetto all'assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali derivanti dall'esposizione all'amianto, gestita dall'INAIL, è moltiplicato, ai fini delle prestazioni pensionistiche, per il coefficiente di 1,5.A decorrere dal 1° ottobre 2003, il coefficiente stabilito dal citato comm

COMMERCIO AL MINUTO: trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri

Il "Layout del documento commerciale", prevede, tra le diverse voci, anche il "resto", la cui compilazione è volta a tracciare in modo conforme, trasparente e completo il dettaglio dell’operazione di incasso. Tuttavia, va precisato che l’eventuale mancata specificazione di tale informazione non è direttamente sanzionabile. (AGENZIA DELLE ENTRATE - Risposta 12 agosto 2019, n. 338). A decorrere dal 1°gennaio 2020 i soggetti che effettuano le operazioni di commercio al minuto e attività assimilate memorizzano elettronicamente e trasmettono telematicamente all’Agenzia delle entrate i dati relativi ai corrispettivi giornalieri. La memorizzazione elettronica e la connessa trasmissione dei dati dei corrispettivi sostituiscono gli obblighi di registrazione dei corrispettivi.Quanto previsto si applica a decorrere dal 1° luglio 2019 ai soggetti con un volume d’affari superiore ad euro 400.000. Per il periodo d’imposta 2019 restano valide le opzioni per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi esercitate entro il 31 dicembre 2018.La decorrenza d

Il "Dark-web Monitoring" offerto ai lavoratori dipendenti non è tassabile

Il servizio di monitoraggio dei dati personali fornito dall’azienda ai propri dipendenti, nell’ottica di minimizzare i rischi correlati all’utilizzo distorto di "dati sensibili", tutelando, allo stesso tempo, il proprio sistema aziendale e, altresì, i propri dipendenti, non è fiscalmente rilevante in capo ai dipendenti e la società, in qualità di sostituto di imposta, non è tenuta ad applicare le relative ritenute sui redditi di lavoro dipendente (AGENZIA DELLE ENTRATE - Risoluzione 12 agosto 2019, n. 77/E). I furti d’identità e di informazioni privilegiate, al pari dei cosiddetti "attacchi informatici", costituiscono, attualmente, degli eventi sempre più diffusi sia sulla rete internet che sui social network.Tali eventi, che colpiscono anche i singoli individui, potrebbero avere inevitabili e gravi ripercussioni sulle realtà aziendali nelle quali gli stessi si trovano a operare.Ad esempio, il furto delle credenziali di accesso al profilo aziendale di un dipendente - che, per promemoria, ha, ad esempio, inviato la password della postazione di lavoro dall’azienda al proprio indir

"Pensione Quota 100": incumulabilità con i redditi da lavoro

L’INPS fornisce chiarimenti in merito all'incumulabilità della "pensione quota 100" con i redditi da lavoro, nonché chiarimenti relativamente alla valutazione dei periodi di lavoro svolti all'estero e in tema di decorrenza del trattamento pensionistico. (INPS - Circolare 09 agosto 2019, n. 117).   Gli iscritti all'assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della medesima, gestite dall'INPS, nonché alla Gestione separata presso l’INPS, hanno la facoltà di conseguire il diritto alla pensione anticipata, definita "pensione quota 100", al perfezionamento, nel periodo compreso tra il 2019 ed il 2021, di un'età anagrafica non inferiore a 62 anni e di un'anzianità contributiva non inferiore a 38 anni, trascorso il tempo previsto per la c.d. apertura della finestra di cui ai commi da 4 a 7 dello stesso articolo 14 del decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4 conv. con modif. in legge 28 marzo 2019, n. 26. Ai fini del conseguimento del diritto alla pensione, si riconosce, al verificarsi di determinate condizioni, la facoltà di cumulare i periodi assicurativi

Modalità per fruire del "bonus SISMA" e del "bonus ZES"

Definite le modalità di presentazione della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nei comuni colpiti dagli eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016 e del credito d’imposta per gli investimenti nelle zone economiche speciali. (AGENZIA DELLE ENTRATE - Provvedimento 09 agosto 2019, n. 670294). I soggetti che intendono beneficiare del credito d’imposta per gli investimenti nei comuni colpiti dagli eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016 ("credito d’imposta sisma") e del credito d’imposta per gli investimenti nelle zone economiche speciali ("credito d’imposta ZES") presentano all’Agenzia delle entrate l’apposita comunicazione, avvalendosi del nuovo modello approvato con il provvedimento in oggetto che sostituisce il precedente modello a partire dal 25 settembre 2019. A decorrere dalla predetta data è consentita la presentazione della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta sisma e del credito d’imposta ZES.La trasmissione telematica della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta sisma e del credito d’imposta ZES è

Approda in gazzetta la legge di conversione del "DL Sicurezza bis"

Il decreto-legge 14 giugno 2019, n. 53, recante disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica, è stato convertito con modificazioni in legge 8 agosto 2019, n. 77. La presente legge entra in vigore il 10 agosto 2019. All'articolo 2 "Inottemperanza a limitazioni o divieti in materia di ordine, sicurezza pubblica e immigrazione" sono state apportate diverse modifiche. In caso di violazione del divieto di ingresso, transito o sosta in acque territoriali italiane, salve le sanzioni penali quando il fatto costituisce reato, si applica al comandante della nave la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 150.000 a euro 1.000.000. La responsabilità solidale si estende all'armatore della nave. E' sempre disposta la confisca della nave utilizzata per commettere la violazione, procedendosi immediatamente a sequestro cautelare. A seguito di provvedimento definitivo di confisca, sono imputabili all'armatore e al proprietario della nave gli oneri di custodia delle imbarcazioni sottoposte a sequestro cautelare.Le navi sequestrate possono essere affidate dal pr

Decreto "tutela lavoro e crisi aziendali": ecco le novità

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, salvo intese, un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali. Il testo mira, in particolare, a garantire la tutela economica e normativa di alcune categorie di lavoratori particolarmente deboli, come riders, lavoratori con disabilità, lavoratori socialmente utili (LSU) e di pubblica utilità (LPU), precari. Esso contiene, inoltre, disposizioni per supportare la fase attuativa del reddito di cittadinanza, rimessa all’INPS, e per la disciplina delle assunzioni in Anpal servizi S.p.a. Riders: definita la disciplinaAl fine di promuovere un’occupazione dignitosa ed accrescere i livelli di tutela per i prestatori occupati con rapporti di lavoro non subordinato, il decreto legge prevede livelli minimi di tutela dei lavoratori impiegati nelle attività di consegna di beni per conto altrui, in ambito urbano e con l’ausilio di veicoli a due ruote o assimilabili, anche attraverso piattaformedigitali. Si considerano piattaforme digitali i programmi e le procedure informatiche delle imp

Cause ostative all'applicazione del regime c.d. forfetario

Non possono applicare il regime forfetario gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che controllano direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d’impresa, arti o professioni (Agenzia delle entrate - Risposta n. 334 del 2019). La legge di bilancio 2019 ha modificato, con portata estensiva, l’ambito di applicazione del regime fiscale agevolato, c.d. regime forfetario, rivolto ai contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni in possesso di determinati requisiti. Tra le altre modifiche apportate, si rileva la riformulazione di alcune delle cause ostative all’applicazione del regime forfetario e, in particolare, di quella di cui alla lettera d) del comma 57 dell’articolo 1 della legge n. 190 del 2014.Questa lettera prevede che non possono applicare il regime forfetario gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni che controllano direttamente o indirettamente società a responsabilità limitat

ZFU Sisma Centro Italia: elenchi dei soggetti ammessi alle agevolazioni

Il Mise pubblica gli elenchi dei soggetti ammessi alle agevolazioni previste per la zona franca urbana colpita dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016. (MISE - Decreto 07 agosto 2019) La zona franca urbana comprende i Comuni delle Regioni del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo colpiti dagli eventi sismici che si sono susseguiti a far data dal 24 agosto 2016.Le imprese e i professionisti che hanno la sede principale o l’unità locale all’interno della zona franca, e che hanno subito a causa degli eventi sismici la riduzione del fatturato almeno pari al 25 per cento nel periodo dal 1° settembre 2016 al 31 dicembre 2016, rispetto al corrispondente periodo dell’anno 2015, possono beneficiare, in relazione ai redditi e al valore della produzione netta derivanti dalla prosecuzione dell’attività nei citati Comuni, delle seguenti agevolazioni:a) esenzione dalle imposte sui redditi del reddito derivante dallo svolgimento dell’attività svolta dall’impresa nella zona franca fino a concorrenza, per ciascun periodo di imposta, dell’importo di 100

Rilascio dell'applicazione web "Domanda e offerta di lavoro", le istruzioni per gli utenti

A decorrere dal 15 luglio è disponibile, nell’ambito del portale MyANPAL, l’applicativo web "Domanda e Offerta di lavoro", che consente di agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, con accesso differenziato in base al profilo associato all’utente: Cittadino, Aziende, Operatori (Anpal, nota 05 agosto 2019, n. 10878). A decorrere dal 15 luglio sono disponibili, nell’ambito del portale web MyANPAL, le funzionalità che consentono di agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. L’applicativo "Domanda e Offerta di lavoro" consente l’accesso a tre profili utente:- profilo "Cittadino", che permette a tutti i cittadini, anche beneficiari del RdC (Reddito di Cittadinanza), di inserire il CV in modalità autonoma e di ricercare una posizione lavorativa aperta;- profilo "Azienda", che permette ai datori di lavoro (e ai consulenti del lavoro delegati) la gestione delle vacancy (posizioni aperte), l’inserimento degli esiti del colloquio e la chiusura del ciclo di ricerca lavoro tramite l’inserimento di una Comunicazione Obbligatoria (CO);- profilo "Operatore", che consente