Primo Piano

Privacy: la scelta del responsabile protezione dati ed il riconoscimento dei partecipanti ai corsi online

Con Nota 15 settembre 2017, n. 432, il Garante della privacy fornisce le prime indicazioni sulla scelta del Responsabile della protezione dei dati personali (RPD) e sull'uso di dati biometrici per la verifica dell'identità dei partecipanti ai corsi online. In merito alla nomina del Responsabile della protezione dei dati personali (RPD) - introdotta dal Regolamento UE 2016/679 - che tutti gli enti pubblici e anche molteplici soggetti privati dovranno designare non più tardi del prossimo maggio 2018, il Garante chiarische che le pubbliche amministrazioni, così come i soggetti privati, dovranno scegliere la figura in questione con particolare attenzione, verificando la presenza di competenze ed esperienze specifiche. Non sono richieste attestazioni formali sul possesso delle conoscenze o l'iscrizione ad appositi albi professionali. Tra le competenze richieste tuttavia è necessaria un'approfondita conoscenza della normativa e delle prassi in materia di privacy, nonché delle norme e delle procedure amministrative che caratterizzano lo specifico settore di riferimento. Nella selezione

Prestazioni integrative del FIS, i criteri di definizione delle istanze (2/2)

Con circolare n. 130 del 15 settembre 2017, l’Inps illustra i criteri di esame delle domande di accesso alle prestazioni garantite dal Fondo di integrazione salariale e, nello specifico, i criteri per l’approvazione dei programmi di riorganizzazione e crisi aziendale, nonché dell’assegno di solidarietà, a seguito dell’emanazione del D.M. n. 94033/2016, disciplinante l’istruttoria ai fini dell’approvazione delle istanze Cigs. (continua) ...L’assegno di solidarietà è una prestazione garantita, a decorrere dal 1° gennaio 2016, dal Fondo di integrazione salariale in favore dei dipendenti di datori di lavoro che abbiano sottoscritto contratti collettivi aziendali stipulati da associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, dalle loro RSA ovvero dalla RSU, al fine di evitare o ridurre le eccedenze di personale nel corso della procedura di licenziamento collettivo o al fine di evitare licenziamenti plurimi individuali per giustificato motivo oggettivo. Non è necessario che l’accordo sia firmato da tutte le organizzazioni sindacali comparativamente più

Prestazioni integrative del FIS, i criteri di definizione delle istanze (1/2)

Con circolare n. 130 del 15 settembre 2017, l’Inps illustra i criteri di esame delle domande di accesso alle prestazioni garantite dal Fondo di integrazione salariale e, nello specifico, i criteri per l’approvazione dei programmi di riorganizzazione e crisi aziendale, nonché dell’assegno di solidarietà, a seguito dell’emanazione del D.M. n. 94033/2016, disciplinante l’istruttoria ai fini dell’approvazione delle istanze Cigs. L’assegno ordinario è una prestazione ulteriore che il FIS garantisce, in aggiunta all’assegno di solidarietà, in favore dei lavoratori dipendenti di datori di lavoro che occupano mediamente più di 15 dipendenti, compresi gli apprendisti, nel semestre precedente la data di inizio delle sospensioni o riduzioni dell’orario di lavoro. L’assegno è garantito:- in relazione alle causali previste dalla normativa in materia Cigo, ad esclusione delle intemperie stagionali, sulla base dei criteri di cui al D.M. n. 95442/2016, per le istanze di intervento al FIS presentate dal 29 giugno 2016 (il giorno successivo alla data di pubblicazione del Decreto sul sito istitu

Fondo Sanilog: rinnovo o nuova adesione per i familiari dei lavoratori iscritti

Il Fondo di assistenza sanitaria Sanilog per il personale di cui al CCNL "Logistica, Trasporto Merci", fornisce informazioni su rinnovo e nuova adesione per i familiari dei lavoratori iscritti per l’anno 2018 Come previsto dal nuovo Regolamento Sanilog, l’iscritto per far beneficiare il proprio nucleo familiare delle prestazioni del Fondo deve versare allo stesso un contributo annuale secondo le modalità indicate sul sito.Pertanto, con l’ultima circolare n. 3/2017, si informa che fino al 15 novembre p.v. sarà possibile rinnovare la copertura di assistenza sanitaria integrativa per l'anno 2018 al nucleo familiare già iscritto nel 2017 ovvero procedere ad una prima iscrizione del nucleo familiare per l'anno 2018 (decorrenza della copertura dall’1/1/2018 al 31/12/2018). Rinnovo coperturaPer il nucleo familiare già iscritto nell'anno 2017, fino al 15/11/2017, collegandosi all'interno della propria Area riservata del sito www.fondosanilog.it., si potrà procedere esplicitamente al rinnovo della copertura per l'anno 2018. In assenza di rinnovo la polizza scadrà automaticamente il 31

OCCHIALI INDUSTRIA: quota di sottoscrizione contrattuale

Con il Protocollo siglato il 12/7/2017, tra ANFAO e FEMCA-CISL, FILCTEM-CGIL, UILTEC-UIL, sono stati definiti tempi e modalità di esecuzione della trattenuta per sottoscrizione contrattuale ai lavoratori non iscritti alle OO.SS. stipulanti il CCNL di settore In relazione all'accordo 19/7/2016 raggiunto con Femca-Cisl, Filctem-Cgil, Uiltec-Uil per il rinnovo del CCNL 9/11/2013, sono state convenute le seguenti modalità di esecuzione della trattenuta e del versamento della quota di sottoscrizione contrattuale di € 40,00 a carico dei lavoratori non iscritti a Femca-Cisl, Filctem-Cgil, Uiltec-Uil: - le Organizzazioni Sindacali Femca-Cisl, Filctem-Cgil e Uiltec-Uil informeranno i lavoratori sulle modalità della sottoscrizione, affiggendo in bacheca il comunicato inerente la procedura di attuazione della trattenuta e del versamento;- unitamente alla busta paga del mese di settembre 2017, l'Azienda metterà a disposizione di ogni lavoratore dipendente l'avviso relativo alla quota di partecipazione alle spese contrattuali, in maniera tale che entro cinque giorni lavorativi dal ricevim

Stp consulenti del lavoro: profilazione ad hoc per i servizi Inail

In considerazione delle peculiarità delle "Società tra professionisti", l’INAIL ha definito una specifica profilazione per quelle iscritte all’albo dei consulenti del lavoro, ai fini dell’accesso ai servizi telematici correlati ai rapporti assicurativi gestiti nell’ambito dell’attività professionale (Circolare 13 settembre 2017, n. 35). L’attività di consulente del lavoro può essere esercitata anche in forma societaria, costituendo una Società tra professionisti (cd. "Stp").La Stp può assumere la forma di società semplice, società in nome collettivo, società in accomandita semplice, società per azioni, società in accomandita per azioni, società a responsabilità limitata e società cooperativa. Le società cooperative di professionisti sono costituite da un numero di soci non inferiore a tre.Tra le condizioni necessarie per la costituzione di una Stp per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico, come quella di consulente del lavoro, è richiesta l’ammissione in qualità di soci:- dei soli professionisti in possesso dei requisiti professionali rich

Nessun obbligo di contraddittorio per tributi non armonizzati

La Corte di Cassazione, con ordinanza 5 settembre 2017, n. 20799, ha ribadito che ai fini degli accertamenti IRPEF e IRAP, assoggettati esclusivamente alla normativa nazionale, non sussiste per l'Amministrazione finanziaria alcun obbligo di contraddittorio endoprocedimentale, vertendosi in ambito di "indagini a tavolino". L’Agenzia delle Entrate ha proposto ricorso per Cassazione avverso la sentenza della CTR che, conformemente alla decisione della CTP, ha rigettato il suo appello nei confronti della contribuente in relazione ad avviso di accertamento per IRPEF ed IRAP.Per l’Amministrazione ricorrente i giudici di appello hanno erroneamente ritenuto nullo l’avviso di accertamento impugnato perché notificato prima del termine di sessanta giorni dal verbale di chiusura delle operazioni, rilevando come nella fattispecie in esame non vi fosse stato alcun accesso, trattandosi di accertamento cd. a tavolino, sulla base dell’acquisizione di documenti richiesti dal Fisco e forniti dalla contribuente a seguito di risposta al questionario ad essa inviato.Per la Suprema Corte, il motivo è

Benefici fiscali a favore delle vittime del dovere e dei loro familiari superstiti

L’Inps, con messaggio n. 3505/2017, rende noto che non dovendo più operare trattenute IRPEF sui trattamenti pensionistici spettanti alle vittime del dovere ed ai loro familiari superstiti, a decorrere dal 1° gennaio 2017, l’Istituto non potrà più gestire le elaborazioni di conguaglio da 730 seppure riferite al periodo di imposta dell’anno 2016. Con messaggio Inps n. 368 del 26 gennaio 2017 sono state chiarite le modalità di rimborso delle ritenute effettuate dal mese di gennaio 2017, nonché la decorrenza dell’interruzione delle trattenute IRPEF, non più applicabili sui trattamenti pensionistici spettanti alle vittime del dovere ed ai loro familiari superstiti.Con i messaggi n. 1412 del 29 marzo 2017 e n. 3274 del 10 agosto 2017 sono state fornite ulteriori istruzioni circa la platea interessata dall’esenzione dall'imposta sui redditi di cui all’art. 1, comma 211, della legge di Bilancio 2017. Ciò premesso, l’Istituto precisa che in base al disposto di cui al comma 211 in argomento, a decorrere dal 1° gennaio 2017, e con specifico riferimento ai trattamenti pensionistici spettanti

Infortunio sul lavoro: la negligenza del prestatore non esclude la responsabilità del datore

Il datore di lavoro, in quanto del titolare della posizione di garanzia, ha il compito di evitare che si verifichino eventi lesivi dell'incolumità fisica intrinsecamente connaturati all'esercizio di talune attività lavorative, anche nell'ipotesi in cui siffatti rischi siano conseguenti ad eventuali negligenze, imprudenze e disattenzioni dei lavoratori subordinati (Corte di Cassazione, sentenza 07 settembre 2017, n. 40706). Il caso giudiziario riguarda la responsabilità penale di un datore di lavoro, accusato di aver omesso di individuare, nel documento di valutazione dei rischi, misure di prevenzione e protezione da attuare per la gestione della viabilità all'interno dei capannoni. Dall’omissione della dovuta segnaletica, un dipendente del medesimo infatti riportava gravi lesioni mentre era intento al proprio lavoro e veniva investito, all'interno del capannone, da un carrello elevatore, che stava effettuando una manovra di retromarcia. Il datore di lavoro era stato assolto in primo grado, ma condannato in appello; ricorreva così in Cassazione lamentando si fosse trattato di u

Federterziario Scuola: firmato il nuovo CCNL

Firmato, tra FEDERTERZIARIO, CONFIMEA, C.F.C. e UGL Scuola, UGL, il CCNL 2017 - 2020 che disciplina il trattamento normativo e economico per il personale direttivo, docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario occupato nelle scuole non statali, enti di formazione, scuole di preparazione, scuole dell’infanzia, asili nido. L’accordo decorre dal1/9/2017 al 31/8/2020.La Paga base mensile è la seguente: Area Livello Importo in Euro dall’1/9/2017 Area Prima 1° 1.180 2° 1.193 3° 1.250 Area Seconda 2° 1.193 3° 1.250 4 1.380 5° 1.531 6° 1.560 Area Terza 7° 1.570 8° 1.575 Assistenza Sanitaria ComplementareLe parti sociali si impegnano a costituire sistemi di assistenza sanitaria complementari per i dipendenti a tempo indeterminato a tempo pieno. La quota di euro 120 per anno per dipendente è parte integrante della retribuzione globale lorda. La copertura sanitaria potrà essere estesa, con contratto aziendale alle stesse condizioni economiche ai collaboratori e lavoratori a tempo indeterminato part-time e collaboratori e lavoratori a tempo determinato part -