Primo Piano

Via libera al Decreto fiscale. Legge di bilancio al vaglio dell'Europa

Approvato dal Consiglio dei Ministri del 15 ottobre 2019 il testo definitivo del Decreto Legge contenente le misure urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili - cd. "Decreto Fiscale". Completa la manovra finanziaria il disegno di legge recante il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e il Bilancio pluriennale per il triennio 2020 - 2022, trasmesso alla Commissione Europea per la valutazione di competenza (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Comunicato 16 ottobre 2019) Ecco i punti principali della manovra economica varata dal Governo, che trovano attuazione nelle disposizioni del "Decreto Fiscale" e della "Legge di Bilancio": CANCELLAZIONE CLAUSOLA IVA 2020Al fine di evitare un aumento delle imposte a carico dei consumatori, con ripercussioni sulla distribuzione e il commercio, gli incrementi dell’Iva pari a 23,1 miliardi di euro previsti a legislazione vigente per il 2020 sono stati completamente sterilizzati, senza ricorrere a interventi sulle rimodulazioni delle aliquote capaci di aumentare il gettito di tale imposta. CUNEO FISCALES

Denuncia di infortunio: dal 4 novembre, aggiornate le tabelle tipologiche

Con comunicato del 5 ottobre 2019, l’Inail rende noto che, il 4 novembre 2019 è previsto l’aggiornamento di tabelle tipologiche relative alla comunicazione di infortunio, alle denunce di infortunio, di malattia professionale e di silicosi/asbestosi, ai certificati medici di infortunio e ai patronati. Dunque, è programmato per il prossimo 4 novembre l’aggiornamento di alcune tabelle di decodifica che ricalcano le variazioni comunicate, nel corso dell’anno 2018/2019, da Istat, Poste italiane, Regioni per le Asl e Inail.Le modifiche - comunica l’Istituto - sono riportate in sintesi nel file "Variazioni Cap, Istat, Asl, sedi Inail.xlsx" e sono evidenziate, nel dettaglio, nelle singole tabelle "ISTAT-ASL.xlsx" e "Sedi Inail-CAP.xlsx" reperibili sul portale.In particolare, gli aggiornamenti riguardano:- per "ISTAT-ASL":- le variazioni territoriali pubblicate da Istat dal 1° gennaio al 30 giugno 2019, oltre a qualcuna preesistente. In particolare sono stati istituiti nuovi codici Istat per 25 nuovi comuni e ne sono stati soppressi 59. Inoltre, 6 comuni soppressi sono stati aggregati a c

CCNL Dirigenti Autotrasporto: adeguamento per il 2019 dei contributi al Fondo Mario Negri

Firmato, il 7/10/2019, tra la CONFETRA e MANAGERITALIA, l’accordo di adeguamento della contribuzione al Fondi Mario Negri a seguito della proroga della vigenza del CCNL. Com'è noto, con accordo del 29 luglio scorso, è stata prorogata a tutto il 2019 la vigenza del CCNL dirigenti che era scaduto il 31 dicembre 2018, vista:- l'esigenza del rafforzamento, anche in termini di efficienza e sostenibilità, dei sistemi di welfare e bilateralità contrattuale, con l'obiettivo di confermare la bilateralità come una reale opportunità per le imprese ed i manager;- la conferma del percorso contrattuale intrapreso in materia di welfare e bilateralità, come leva strategica competitiva per le imprese ed il lavoro manageriale;- il mantenimento di un confronto aperto per approfondire le questioni legate alla sostenibilità del welfare e della bilateralità contrattuale.A seguito di tale proroga, si è reso necessario adeguare per il 2019, per un importo pari a 23,69 euro annui a dirigente, i contributi a carico delle aziende per il Fondo di previdenza complementare Mario Negri. Ciò al fine di gara

Fondo Arco: contribuzione 3° trimestre 2019

Illustrata la regolamentazione e le modalità operative in merito alla contribuzione al Fondo Arco relativamente al 3° trimestre 2019 Con Circolare 05/2019, al fine di facilitarvi negli adempimenti relativi alla prossima scadenza contributiva del 21/10/2019, il Fondo illustra la regolamentazione e le modalità operative da seguire. Le aliquote contributive sono le seguenti:- CCNL LATERIZI E MANUFATTI IN CEMENTO INDUSTRIA (ANDIL, ASSOBETON) e PMI (ANIEM, ANIER/CONFIMI IMPRESA): a decorrere dal 01/03/2019 la contribuzione del 1,70% a carico dell’azienda, ferma restando all’ 1,50% la contribuzione a carico dell’iscritto.- CCNL LEGNO INDUSTRIA (FEDERLEGNOARREDO) e PMI (UNITAL-Confapi): a decorrere dal 01/01/2019 la contribuzione è del 2,10% a carico dell’azienda, ferma restando all’ 1,30% la contribuzione a carico dell’iscritto. Al fine del corretto abbinamento dei contributi è necessario che il bonifico sia effettuato dalle aziende entro e non oltre il 21/10/2019 sul seguente conto corrente:Codice IBAN: IT25Z0500001600CC0017629800Il BIC code è: CIPBITMMXXXPresso: DEPObank - BANC

Indennizzo del danno biologico in forma capitale, nuovi importi e criteri dal 1° gennaio 2019 (2/2)

L’Inail, con circolare n. 27 dell’11 ottobre 2019, fornisce chiarimenti in merito all’applicazione della nuova Tabella di indennizzo del danno biologico in forma capitale, per gli infortuni verificatisi e le malattie professionali denunciate dal 1° gennaio 2019. (CONTINUA)... Nei casi di unificazione dei postumi, ai fini della valutazione medico-legale, si fa riferimento a un’unica menomazione complessiva dove i singoli postumi degli eventi unificati perdono autonoma rilevanza e non possono essere più oggetto di valutazione separata. Ne consegue che, se il grado complessivo risultante dall’unificazione dei postumi è compreso tra il 6% e il 15%, si eroga il nuovo capitale che costituisce primo pagamento sull’evento unificato. Tenuto conto che la nuova tabella trova applicazione per gli eventi infortunistici verificatisi dal 1° gennaio 2019 e le malattie denunciate dalla predetta data, in caso di unificazione dei postumi ai fini della individuazione della tabella da applicare, si deve far riferimento alla data dell’ultimo evento lesivo occorso oggetto di unificazione. Pertanto, in

Indennizzo del danno biologico in forma capitale, nuovi importi e criteri dal 1° gennaio 2019 (1/2)

L’Inail, con circolare n. 27 dell’11 ottobre 2019, fornisce chiarimenti in merito all’applicazione della nuova Tabella di indennizzo del danno biologico in forma capitale, per gli infortuni verificatisi e le malattie professionali denunciate dal 1° gennaio 2019. Come noto, il Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 45/2019, ha approvato, per il triennio 2019-2021, la nuova tabella di indennizzo del danno biologico in capitale che sostituisce quella in vigore ai sensi del D.M. 12 luglio 2000. La nuova tabella per gli indennizzi in capitale fa seguito al D.M. 22 novembre 2016, con cui sono state approvate le tabelle dei nuovi coefficienti di capitalizzazione delle rendite di inabilità e di quelle in favore dei superstiti che hanno sostituito quelle approvate con D.M. 1° aprile 2008 ed alla L. n. 145/2018.La nuova tabella è stata elaborata secondo i principi fondamentali con cui sono state formulate le previgenti. L'indennizzo, perciò, è areddituale e prescinde dalla retribuzione dell'assicurato, in quanto la menomazione in sé produce lo stesso pregiudizio alla

Elettrici - Ipotesi di accordo 9/10/2019 - Parte Normativa

Si riporta una sintesi delle principali novità introdotte dalla Parte Normativa dell’ipotesi di accordo 9/10/2019 di rinnovo del CCNL Elettrici L’ipotesi di accordo firmata il giorno 9/10/2019, tra ELETTRICITA’ FUTURA, UTILITALIA, ENEL SpA, GSE SpA, TERNA SpA, ENERGIA LIBERA e la FILCTEM-CGIL, la FLAEI-CISL, la UILTEC-UIL, per il rinnovo del CCNL 25/1/2017 per i lavoratori addetti al settore elettrico, ha previsto quanto segue: DecorrenzaLa presente ipotesi di accordo decorre dall’1/1/2019 e scadrà il 31/12/2021. Campo di applicazioneIl nuovo CCNL si applica a due nuovi ambiti di attività:- attività di efficienza energetica;- attività di servizi commerciali di assistenza ai clienti, si intende. AppaltiLe Parti condividono l’obiettivo di evitare che il sistema di gestione degli appalti possa determinare alterazioni delle regole di mercato e della concorrenza, valutata l’importanza per la collettività dei servizi erogati dalle imprese del settore.Le Aziende si impegnano a richiedere alle imprese appaltatrici l’applicazione dei Contratti Collettivi Nazionali di lavoro dei settor

Elettrici - Ipotesi di accordo 9/10/2019 - Parte Economica

Elettrici - Ipotesi di accordo 9/10/2019 - Parte Economica L’ipotesi di accordo del 9/10/2019, ha rinnovato il CCNL per i lavoratori del settore elettrico: si riportano le novità relative alla parte Economica L’ipotesi di accordo sottoscritta il 9/10/2019, tra ELETTRICITA’ FUTURA, UTILITALIA, ENEL SpA, GSE SpA, TERNA SpA, ENERGIA LIBERA e la FILCTEM-CGIL, la FLAEI-CISL, la UILTEC-UIL, per il rinnovo del CCNL 25/1/2017 per i lavoratori addetti al settore elettrico, decorre dall’1/1/2019 e al 31/12/2021.L’incremento retributivo complessivo (TEC) per il triennio 2019-2021 sarà costituito dalle seguenti componenti:a) Incremento dei minimi (TEM)b) Welfarec) ProduttivitàIl rinnovo sul parametro medio è stabilito in misura pari a € 104,00 sui minimi, cui si aggiunge un importo aggiuntivo di € 5,00 da allocare sul Welfare e di € 15,00 da allocare sul premio di risultato/produttività.Gli importi a titolo di variazione minimi, una tantum e importi addizionali ai premi di risultato aziendali, definiti con il presente verbale come di seguito indicato, sono comprensivi della quota "produttivi

Bike sharing soggetto a certificazione IVA

Il servizio di bike sharing è riconducibile alla locazione onerosa di cosa mobile cui si sommano "gli ulteriori servizi di manutenzione, collegamenti telematici, gestione dei parchi biciclette ecc.", realizzando di fatto un servizio complesso e deve essere quindi certificato mediante scontrino o ricevuta fiscale, ovvero dal 2020 mediante memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi ed emissione del documento commerciale (Agenzia Entrate - risposta n. 396/2019). L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che il servizio di bike sharing non è riconducibile tra i servizi elettronici resi a committenti che agiscono al di fuori dell'esercizio d'impresa, arte o professione, ovvero, non è riconducibile tra i servizi forniti attraverso Internet o una rete elettronica e la cui natura rende la prestazione essenzialmente automatizzata,corredata da un intervento umano minimo, e impossibile da garantire in assenza della tecnologia dell'informazione.Rientrano tra i servizi elettronici:- fornitura di siti web e web-hosting, gestione a distanza di programmi e attrezzature;-

In soffitta il bollettino RAV dell'Agenzia Entrate-Riscossione

Nelle cartelle dell’Agenzia delle Entrate Riscossione sbarca pagoPa, il nuovo modulo di pagamento che gradualmente sostituirà il bollettino RAV (Agenzia Entrate Riscossione - comunicato 08 ottobre 2019). L’adozione del modulo di pagamento pagoPA rappresenta un ulteriore passo in avanti nell’ambito del percorso di innovazione intrapreso dall’Agenzia delle entrate-Riscossione per offrire servizi sempre più accessibili, tempestivi e facili da utilizzare. Infatti, il nuovo modulo permette di trovare rapidamente le informazioni di cui il contribuente ha bisogno, di aggiornare l'importo dovuto alla data del versamento e include il QR code per pagare facilmente anche attraverso lo smartphone. Non cambiano però le modalità di pagamento, si può pagare online oppure presso Poste, banche, tabaccherie e tutti gli altri canali aderenti al nodo pagoPa, portando con sé il modulo di pagamento inserito in cartella. Il nuovo modulo di pagamento pagoPA che Agenzia delle entrate-Riscossione sta inviando insieme alle cartelle è facilmente riconoscibile dal logo "pagoPA" e contiene due sezioni da util