Primo Piano

Ridotta la cedolare secca sugli affitti concordati

La Legge di Bilancio 2020 ha ridotto al 10 per cento l’aliquota della cedolare secca sugli affitti applicabile in caso di contratti a canone concordato (art. 1, co. 6, L. n. 160/2019) A decorrere dal 1° gennaio 2020 l’aliquota applicabile per la cedolare secca sugli affitti dei contratti a canone concordato scende dal 15 al 10 per cento.In alternativa facoltativa rispetto al regime ordinario vigente per la tassazione del reddito fondiario ai fini IRPEF, il proprietario o il titolare di diritto reale di godimento di unità immobiliari abitative locate ad uso abitativo può optare per il regime della "cedolare secca".In tal caso, il canone di locazione relativo ai contratti aventi ad oggetto immobili ad uso abitativo e le relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione, è assoggettato ad un’imposta, operata nella forma della cedolare secca, sostitutiva dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e delle relative addizionali, nonché delle imposte di registro e di bollo sul contratto di locazione; la cedolare secca sostituisce anche le imposte di registro e di bollo sull

Ceramica Industria - Fondo Sanitario Fasie - Circolare operativa

Fasie, il Fondo di Assistenza sanitaria integrativa per il settore "Ceramiche e refrattari Industria", fornisce le indicazioni operative valide per il 2020 Il Fondo Sanitario Fasie ha pubblicato la Circolare Operativa rivolta alle aziende che applicano il CCNL per gli addetti all’industria delle piastrelle di ceramica, dei materiali refrattari, ceramica sanitaria ecc, con le indicazioni relative alle tariffe valide per l’anno 2020, le modalità contributive e le scadenze di versamento. Contributi 2020 QUOTA AZIENDA € 140,00   QUOTA LAVORATORE Quota annua OPZIONE STANDARD € 140,00 OPZIONE STANDARD con iscrizione del/dei familiari € 186,00 per ogni familiare € 372,00 per ogni convivente OPZIONE EXTRA € 295,00 OPZIONE EXTRA con iscrizione del/dei familiari € 186,00 per ogni familiare € 372,00 per ogni convivente OPZIONE PLUS € 705,00 Regolazione contributo a carico dell’Azienda iscrittaIl contributo a carico dell'Azienda, pari a 140 € per singolo dipendente iscritto al Fondo, dovrà essere versato in unica soluzione entro il mese di Gennaio 2020. Contestualmente dovrà

Come cambiano le detrazioni delle spese veterinarie dal 2020

La Legge di Bilancio 2020 ha apportato importanti novità in materia di oneri detraibili, elevando, riguardo esclusivamente alle spese veterinarie, l’importo massimo detraibile (art. 1, co. 361, L. n. 160/2019). A decorrere dal 1° gennaio 2020, le spese veterinarie per le categorie di animali individuate con il decreto del Ministero delle Finanze del 6 giugno 2001, n. 289 (animali legalmente detenuti a scopo di compagnia e pratica sportiva, con esclusione di quelli da allevamento, riproduzione, destinati al consumo alimentare), ai sensi dell’art. 15, co. 1, lett. c -bis) del TUIR, modificato dall’art. 1, co. 361, L. n. 160/12019, sono detraibili dall’imposta lorda calcolata ai fini IRPEF nella misura del 19% fino all’importo di euro 500,00 limitatamente alla parte che eccede euro 129,11. Il limite di detraibilità è unico per tutte le spese veterinarie sostenute, indipendentemente dal numero di animali posseduti.La possibilità di portare in detrazione tali esborsi è limitata alle sole spese veterinarie sostenute per la cura di animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o pe

Assegno di ricollocazione per reddito di cittadinanza: avviso per i soggetti erogatori

Pubblicato l’avviso rivolto ai soggetti erogatori per l’avvio dell’Assegno di ricollocazione per i beneficiari del reddito di cittadinanza. L'avviso pubblico attua quanto definito nella delibera del Consiglio di amministrazione Anpal n. 23/2019. I soggetti erogatori sono tenuti ad attenersi alle previsioni della delibera, al relativo Avviso pubblico e alle FAQ che saranno pubblicate sul portale Anpal e accessibili anche tramite MyANPAL (Comunicato Anpal 13 gennaio 2020). Nel caso di Assegno di ricollocazione per i beneficiari di Reddito di Cittadinanza, attraverso le funzionalità messe a disposizione su MyANPAL (servizio "Gestione Bandi") il soggetto erogatore che abbia già manifestato il proprio interesse in relazione ad altre tipologie di assegno di ricollocazione è automaticamente abilitato all’erogazione dell’AdRdC come previsto dalla delibera del CdA ANPAL n. 23/2019. Qualora il soggetto erogatore intenda, anche temporaneamente, inibire una singola sede operativa nell’erogazione del servizio, è tenuto a deselezionare la sede secondo quanto previsto dalla delibera del CdA ANP

Irripetibilità dell'indebito pensionistico: inapplicabilità del principio ai trattamenti previdenziali

L’indennità di mobilità è, di certo, trattamento previdenziale ma non pensionistico, con connotazione di tipica prestazione di sicurezza sociale volta al sostegno economico di chi si trova in stato di bisogno. Di qui, nel caso di pagamenti erroneamente effettuati dall’Inps, non risulta applicabile il principio di irripetibilità dell’indebito pensionistico, anche considerando la specialità della norma di legge, il che ne esclude l’interpretazione analogica e la sua applicazione a qualunque prestazione previdenziale (Corte di Cassazione, sentenza 02 dicembre 2019, n. 31373) Una Corte d'appello territoriale, in riforma della decisione del Tribunale di primo grado, aveva accolto la domanda proposta dagli eredi di un lavoratore nei confronti dell'INPS, ritenendo insussistente il diritto dell'Istituto alla ripetizione dei ratei dell'assegno ordinario di invalidità erogati, per avere percepito il dante causa, nel medesimo periodo, anche il trattamento di mobilità, senza effettuare l'opzione per l'uno o l'altro trattamento. La Corte territoriale, ricondotta l'erogazione della doppia pres

Detrazioni per l'adozione di misure antisismiche sugli immobili: il Fisco risponde

Il Fisco fornisce chiarimenti sulla detrazione spettante agli acquirenti delle unità immobiliari vendute da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare che abbiano realizzato interventi relativi all'adozione di misure antisismiche (AGENZIA DELLE ENTRATE - Risposta 16 gennaio 2020, n. 5) La detrazione, spettante agli acquirenti delle unità immobiliari vendute da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare che abbiano realizzato interventi relativi all'adozione di misure antisismiche mediante interventi di demolizione e ricostruzione di interi edifici, anche con variazione volumetrica rispetto all'edificio preesistente, ove le norme urbanistiche vigenti lo consentano, dai quali derivi una riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una o a due classi di rischio inferiore, è disciplinata dall'articolo 16, comma 1-septies del decreto legge 4 giugno 2013, n. 63.Ai fini della detrazione, gli edifici oggetto dell'intervento di riduzione del rischio sismico devono essere ubicati in comuni ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 e le imprese di costruzi

Enti Previdenziali Privati: firmato il nuovo CCNL

Sottoscritto, il 15/1/2020,  il rinnovo del  Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per il Personale non dirigente degli Enti Previdenziali Privati Il CCNL decorre dall’1/1/2019 e scadrà il 31/12/2021.Il tabellare al 31/12/2018, aumentato del 3%, costituisce base di calcolo per gli incrementi che, per il triennio 2019-2021, saranno riconosciuti a far data dal 1° gennaio di ogni anno, secondo le percentuali di seguito indicate:a) 1,1% per l’anno 2019;b) 1% per l’anno 2020c) 0,9% per l’anno 2021I nuovi tabellari sono quelli riportati nella tabella che segue. Livello Minimo Tabellare Annuo al 31/12/2018 Incremento 3% Minimo Tabellare Annuo al 1/1/2019 Minimo Tabellare Annuo 2019 (Minimo Tabellare Annuo al 1/1/2019 +1,1%) Minimo Tabellare Mensile 2019 (diviso 13) Minimo Tabellare Annuo 2020 (Minimo Tabellare Annuo al 1/1/2019 +1%) Minimo Tabellare Mensile 2020 (diviso 13) Minimo Tabellare Annuo 2021 (Minimo Tabellare Annuo al 1/1/2019 + 0,90%) Minimo Tabellare Mensile 2021 (diviso 13) Quadri 48.037,11 1.441,11 49.478,22 50.022,48 3.847,88 50.517,2

Esposizione all'amianto, la domanda Inps condizione di proponibilità dell'azione giudiziaria

In riferimento al procedimento giudiziario inteso al riconoscimento del diritto alla rivalutazione contributiva per esposizione ad amianto, la domanda amministrativa della prestazione all'Inps, unico ente legittimato a concedere il beneficio, è condizione di proponibilità di quella giudiziaria, a nulla rilevando la domanda di rilascio della certificazione inoltrata all’INAIL, con esito negativo (Corte di Cassazione, ordinanza 09 gennaio 2020, n. 164) Una Corte d'Appello territoriale, confermando la sentenza di prime cure, aveva dichiarato improponibile per mancanza della preventiva domanda amministrativa all'Inps, la domanda giudiziaria proposta da alcuni lavoratori dipendenti per il conseguimento del beneficio pensionistico consistente nella rivalutazione dei periodi di lavoro per esposizione decennale all’amianto (art. 13, co. 8, L. n. 257/1992).La Corte territoriale, a fondamento della decisione, aveva osservato che l'oggetto della causa non atteneva al diritto al ricalcolo della prestazione pensionistica ma concerneva, piuttosto, il riconoscimento di un beneficio previdenzial

Spese detraibili per la formazione musicale dei ragazzi

La Legge di Bilancio 2020 introduce una detrazione d’imposta fino ad un massimo di 190 euro per le spese sostenute per la formazione musicale di ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni (art. 1, co. 346 e 347). Al fine di sostenere le attività di contrasto alla povertà educativa minorile, la Legge di Bilancio 2020 ha introdotto tra gli oneri che danno diritto alla detrazione d’imposta le spese sostenute per la formazione musicale di ragazzi di età compresa tra 5 e 18 anni.In particolare, dall’IRPEF lorda è possibile detrarre un importo pari al 19 per cento delle spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento dei suindicati ragazzi, per lo studio e la pratica della musica, a:- conservatori di musica;- istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) legalmente riconosciute ai sensi della legge 21 dicembre 1999, n. 508;- scuole di musica iscritte nei registri regionali;- cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione.Ai fini della detrazione è fissato un tetto massimo di spesa non superiore a 1.000 euro per ciascun ragaz