PUBBLICI ESERCIZI: firmata l'intesa sulle concessioni autostradali

  Siglato il 3/8/2016, tra la FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e la FILCAMS - CGIL, la FISASCAT - CISL, la UILTUCS - UIL, il Protocollo d'Intesa in materia di subentri in concessione autostradale. Il protocollo in oggetto stabilisce che i passaggi di concessione debbano avvenire secondo quanto previsto dalle norme che regolano le cessioni di ramo di azienda, modificando le norme contrattuali in tema di cambi di appalto.Le imprese subentranti pertanto acquisiranno tutto il personale interessato senza soluzione di continuità.Quale ipotesi convenzionale di anticipazione, la Gestione uscente provvede alla corresponsione del TFR e delle altre competenze dirette, indirette e differite (ivi compresi i ratei di mensilità aggiuntive e non godute, permessi retribuiti maturati e non goduti, eccezione fatta per le ferie) maturate dai lavoratori fino alla data del subentro, durante la gestione precedente, con rinuncia degli stessi alla solidarietà, per tali titoli anticipati, con la gestione subentrante, senza che ciò comporti comunque soluzione di continuità al rapporto di

Verifiche ispettive sull'accesso all'integrazione salariale (2/2)

Il D.Lgs. n. 148/2015, di riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, ha introdotto, tra l’altro, alcune novità normative in materia di procedimento amministrativo finalizzato alla concessione del trattamento straordinario d’integrazione salariale. In quest’ambito particolare rilievo assumono le verifiche che gli organi ispettivi sono chiamati a svolgere. Con circolare n. 27/2016, il Ministero del lavoro fornisce istruzioni in merito. Qualora in sede di verifica ispettiva emerga il mancato rispetto delle modalità di rotazione dei lavoratori sospesi concordate in sede di esame congiunto ovvero indicate nella domanda di concessione del trattamento straordinario d’integrazione salariale, il contributo addizionale di cui all’articolo 5 del decreto legislativo n. 148/2015 è incrementato nella misura dell’1%. L’incremento è applicato sul contributo addizionale dovuto per i singoli lavoratori ai quali non è stata applicata la rotazione e limitatamente al periodo temporale per il quale è stata accertata la violazione.A tal fine, la DTL

Giurisprudenza - CORTE DI CASSAZIONE - Ordinanza 26 agosto 2016, n. 17390

Tributi - Accertamento societario - Imputazione maggiori redditi per trasparenza ai soci - Ipotesi di litiscosorzio necessario - Impugnazione della società - Riduzione accertato - Rideterminazione con proporzionale riduzione della quota imputata al socio, con onere dell’Ufficio di provvedere al ricalcolo…