Sistema Confapi - Avvio della contribuzione al Fondo Sanitario ENFEA SALUTE

Parte la contribuzione al fondo di assistenza sanitaria Enfea per i CCNL del Sistema Confapi In data 11/10/2018 è stato costituito il Fondo Sanitario Enfea Salute per i lavoratori ai quali si applicano i CCNL sottoscritti da parte delle seguenti Unioni datoriali del Sistema Confapi: Unionchimica, Unigec, Unimatica, Uniontessile e Unionalimentari e dalle Federazioni di categoria sindacale CGIL, CISL, UIL.A seguito della costituzione del Fondo Enfea Salute, le parti datoriali e sindacali, hanno proceduto, con accordo del 25/10/2018, al recepimento degli accordi interconfederali, per l’avvio della contribuzione a decorrere dall’1/1/2019, nei CCNL delle categorie su indicate. 1) Si è, pertanto convenuto quanto segue:La quota di contribuzione a carico delle imprese è pari a 10,00 (dieci/00) Euro mensili per 12 mensilità per tutti i lavoratori dipendenti, con decorrenza dall’1/1/2019.Sono iscritti ad Enfea i lavoratori dipendenti assunti con- contratto a tempo indeterminato, inclusi i lavoratori in part-time o a domicilio- contratto a tempo determinato di durata non inferiore a 6 m

ACCORDO INTEGRATIVO DEL CCNL AREA COMUNICAZIONE

Siglato il 3/12/2018, tra Confartigianato Comunicazione, Cna Comunicazione e Terziario Avanzato, Casartigiani, Claai e Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, l’accordo che integra la disciplina del Contratto a tempo determinato di cui al CCNL Area Comunicazione 27/2/2018 relativamente alle attività stagionali Con l’accordo dello 3 dicembre, le parti firmatarie del CCNL Area Comunicazione, hanno integrato la disciplina ivi contenuta sul Contratto a tempo determinato, con uno specifico paragrafo dedicato alla stagionalià, definendo le attività stagionali in aggiunta alle ipotesi previste dalla normativa vigente.Sono considerate attività stagionali, quelle che per il loro carattere ricorrente e per le loro finalità, si svolgono o sono intensificate in determinati stagioni, eventi o periodi ciclici dell'anno.L'individuazione della stagionalità, intesa anche come intensificazione dell'attività produttiva in determinati e limitati periodi dell'anno, consentirà la stipula e/o la proroga e/o il rinnovo di rapporti a termine stagionali della durata massima di 6 mesi per ogni anno civile.