Firmato l'accordo per il rinnovo del CCNL Tessili industria

Il giorno 21/2/2017, tra SMI SISTEMA MODA ITALIA - FEDERAZIONE TESSILE E MODA e la FEMCA-CISL, la FILCTEM-CISL, la UILTEC-UIL, si è stipulata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL 4/2/2014 per i dipendenti dell'industria dell'abbigliamento, maglieria, calzetteria, lana, seta, cotone, tintoria, stamperie, fotoincisione tessile, tessili vari, torcitura e filatura serica. DecorrenzaL’accordo decorre dal 1/4/2016 e scadrà sia per la parte economica che per la parte normativa il 31/12/2019. I singoli istituti modificati o introdotti, decorrono dal 21/2/2017, ove non sia specificamente indicata una diversa decorrenza. Sono fatte salve le decorrenze e le scadenze indicate per la parte economica. Aumenti retributiviLa parte economica regolata dal presente capitolo ha validità dall’1/4/2016 al 31/12/2019.Le Parti hanno concordato la seguente dinamica retributiva:- fino al 31/3/2017 viene confermato l'E.R.N. attualmente in vigore.- Dall’1/4/2017, l'E.R.N. sarà incrementato di euro 25,00 lordi medi (rif. al 4° livello dell'inquadramento contrattuale).- Dall’1/7/2018 e dall’1/7/2019,

CCNL Giocattoli Industria: l'accordo di rinnovo del 20/2/2017

Siglato il giorno 20/2/2017, tra ASSOGIOCATTOLI e FEMCA-CISL, FILCTEM-CGIL, UiLTEC-UIL, l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL 20/1/2014 per i dipendenti da aziende produttrici di giocattoli. Decorrenza e durataL’intesa decorre dall’1/4/2016 e scadrà, sia per la parte economica che per la parte normativa, il 31/12/2019.I singoli istituti modificati o introdotti dal presente accordo decorrono dal 20/2/2017, ove non sia specificamente indicata una diversa decorrenza. Sono fatte salve le decorrenze e le scadenze indicate per la parte economica. Aumenti e minimi retributiviL’accordo prevede un aumento medio sui minimi di 70,00 euro (3 livello), distribuito in tre tranche: 24,00 euro, dall’1/1/2017; 23,00 euro, dall’1/1/2018; 23,00 euro, dall’1/3/2019.Pertanto alle scadenze indicate si erogheranno i seguenti minimi retributivi, con la precisazione che l’aumento relativo alla prima tranche sarà corrisposto con i dovuti conguagli con la corresponsione della retribuzione del mese di marzo 2017. Livello Dal 1/1/2017 Dal 1/1/2018 Dal 1/3/2019 7 1.536,66 1.564,74 1.592,8

Prassi - INPS - Messaggio 23 febbraio 2017, n. 794

Presentazione delle domande di riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti entro il 1° marzo ed il 1° maggio 2017 per i lavoratori che maturano i requisiti agevolati per l’accesso al trattamento pensionistico rispettivamente entro il 31 dicembre 2017 e dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 - Decreto legislativo 21 aprile 2011, n. 67, come modificato dalla legge 11 dicembre 2016, n. 232…

Giurisprudenza - TRIBUNALE DI BUSTO ARSIZIO - Ordinanza 11 novembre 2016

Reati e pene - Reati tributari - Indebita compensazione - Omesso versamento delle somme dovute, utilizzando in compensazione, crediti non spettanti o inesistenti - Soglia di punibilità - Decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74 (Nuova disciplina dei reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, a norma dell'articolo 9 della legge 25 giugno 1999, n. 205), art. 10-quater, nel testo anteriore alle modifiche apportate dal decreto legislativo 24 settembre 2015, n. 158 (Revisione del sistema sanzionatorio, in attuazione dell'articolo 8, comma 1, della legge 11 marzo 2014, n. 23)…