CCNL area Confindustria, la comunicazione delle deleghe ai fini della rappresentanza

Con circolare n. 76 del 14 aprile 2015, l’Inps fornisce le istruzioni operative riguardanti l’attività di raccolta del numero delle deleghe conferite a ciascuna organizzazione sindacale di categoria firmataria o aderente al Testo Unico sulla rappresentanza del 10 gennaio 2014 sottoscritto da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. In attuazione del Testo Unico sulla rappresentanza del 10 gennaio 2014, firmato da Confindustria, Cgil, Cisl e Uil, i predetti soggetti hanno provveduto a stipulare con l’Inps un’apposita convenzione per l’affidamento all’Istituto del servizio di raccolta, elaborazione e comunicazione del numero delle deleghe sindacali relative a ciascun ambito di applicazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro riconducibili nell’alveo di Confindustria, ai fini della certificazione della rappresentanza delle organizzazioni sindacali per la contrattazione collettiva nazionale di categoria. La citata convenzione, siglata il 16 marzo 2015 e approvata con determinazione presidenziale n. 5 del 12 marzo 2015, ha validità triennale dalla data di sottoscrizione. In base a

Fondo di solidarietà residuale, sull'ambito di applicazione e le modalità di recupero dell'indebito

L’Inps, con circolare n. 79 del 16 aprile 2015, fornisce ulteriori indicazioni volte a chiarire il campo di applicazione del Fondo di solidarietà residuale, con particolare riferimento ai settori in cui le parti contrattuali hanno provveduto ad adeguare i Fondi bilaterali esistenti, e comunica le modalità di recupero dei contributi indebitamente versati Le imprese operanti nel settore dell’artigianato non sono ricomprese nell’ambito di applicazione del Fondo di solidarietà residuale in quanto per tale settore, alla data del 1° gennaio 2014, risultavano in corso le procedure finalizzate alla costituzione di un Fondo di solidarietà bilaterale ai sensi dell’articolo 3, comma 14, della Legge n. 92/2012. In effetti, con gli accordi interconfederali del 30 novembre 2012, del 31 ottobre 2013 e del 29 novembre 2013, le organizzazioni sindacali e imprenditoriali hanno prima convenuto di costituire il "Fondo bilaterale per l’artigianato" e poi di adeguarne l’atto costitutivo alle finalità perseguite dai fondi bilaterali di solidarietà (art. 3, commi da 4 a 13, L. n. 92/2012). Ne consegu