Nuovo regime fiscale delle imprese minori: chiarimenti dai CDL

Forniti chiarimenti sul nuovo regime fiscale delle imprese minori introdotto dalla Legge di Bilancio 2017 (art. 1, co. 17 e seguenti, L. n. 232/2016), che ha previsto l’applicazione del principio di cassa ai fini della determinazione del reddito, ed in particolare sulle ripercussioni legate all’irrilevanza delle rimanenze finali e di conseguenza delle esistenze iniziali (Fondazione Studi CDL - circolare n. 1/2017). Dal 2017, anche le imprese minori applicheranno il principio di cassa già previsto per i titolari di lavoro autonomo, comportando la rilevanza della manifestazione finanziaria dei ricavi conseguiti e dei costi sostenuti dalle imprese, a prescindere dalla competenza economica. Tale novità è contenuta nell’art. 66 del Tuir, modificato dalla Legge di Bilancio 2017, con la conseguenza che ora il reddito dell’impresa è costituito dalla differenza tra l’ammontare dei ricavi (art. 85, Tuir) e degli altri proventi (art. 89, Tuir) percepiti nel periodo d’imposta e quello delle spese sostenute nel periodo stesso nell’esercizio dell’attività d’impresa. La differenza così determ

Per la fornitura di energia elettrica a Onlus che gestiscono RSA l'Iva non è agevolata

Alle Onlus che svolgono attività commerciale mediante la gestione di residenze sanitarie assistenziali (RSA), relativamente ai contratti per la fornitura di energia elettrica alle medesime strutture si applica l’aliquota Iva in misura piena e non quella agevolata del 10% (Agenzia entrate - risoluzione 19 gennaio 2017, n. 8/E). Il n. 103) della parte III della tabella A, allegata al D.P.R. n. 633/1972 prevede l’applicazione dell’aliquota Iva agevolata del 10% per i contratti di somministrazione di energia elettrica "per uso domestico", ossia all’impiego dell’energia nella propria abitazione a carattere familiare o in analoghe strutture a carattere collettivo caratterizzate dal requisito della residenzialità per fini propri e, comunque, non per lo svolgimento di attività che prevedono corrispettivi rilevanti ai fini Iva.In altre parole, ai fini dell’Iva agevolata deve essere rispettato il requisito della residenzialità e di svolgimento di attività che non prevedono corrispettivi rilevanti ai fini Iva. Le residenze sanitarie assistenziali (RSA) soddisfano il primo requisito in qua

Prassi - INPS - Circolare 19 gennaio 2017, n. 9

Trattamenti di integrazione salariale soggetti alla nuova disciplina introdotta dal D.Lgs. 14 settembre 2015, n.148 - Pagamento della contribuzione addizionale -Istruzioni contabili - Variazioni al piano dei conti…

Giurisprudenza - CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 18 gennaio 2017, n. 2256

Imposta evasa - Differenza tra imposta effettivamente dovuta e quella indicata nella dichiarazione, al netto delle somme versate dal contribuente o da terzi a titolo di acconto, di ritenuta prima della presentazione della dichiarazione o della scadenza del relativo termine - Il sostituito non è sottratto dagli obblighi dichiarativi a suo carico se il sostituto non adempie…