18/12/2017: termine ultimo per il versamento del saldo IMU-TASI

Il versamento della seconda rata dell’IMU e della TASI per l’anno 2017 deve essere eseguito a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, sulla base delle delibere pubblicate alla data del 28 ottobre 2017 nel sito informatico www.finanze.it.. Il versamento deve essere effettuato entro il 18 dicembre 2017, in quanto il termine del 16 dicembre stabilito dalla legge scade di sabato, sulla base delle delibere approvate dal comune per lo stesso anno 2017 a condizione che:1) la delibera sia stata adottata entro il 31 marzo 2017;2) la delibera sia stata pubblicata sul sito internet www.finanze.it entro il 28 ottobre 2017;3) l’aliquota fissata per la singola fattispecie impositiva non sia stata aumentata rispetto a quella applicabile nell’anno 2015.Nel caso in cui si riscontri che la delibera sia stata approvata dal comune oltre il termine del 31 marzo 2017, deve ritenersi che il versamento vada effettuato tenendo conto delle aliquote vigenti nell’anno 2016.Per quanto riguarda la data di pubblicazione della delibera di determinazione d

Reati o irregolarità sul posto di lavoro: più tutele per chi segnala

15 dic 2017 Pubblicata in Gazzetta la Legge n. 179/2017 contenente le disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell’ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato (cd. whistleblowing). L'articolo 54-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in materia di tutela del dipendente o collaboratore che segnala illeciti è stato completamente sostituito ad opera dell’articolo 1 della legge n. 179/2017. Il nuovo testo prevede che il pubblico dipendente che, nell'interesse dell'integrità della pubblica amministrazione, segnali al responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, ovvero all'Autorità nazionale anticorruzione (ANAC), o denuncia all'autorità giudiziaria ordinaria o a quella contabile, condotte illecite di cui è venuto a conoscenza in ragione del proprio rapporto di lavoro non può essere sanzionato, demansionato, licenziato, trasferito, o sottoposto ad altra misura organizzativa avente effetti negativi, diretti o indiretti, sulle condizioni di lavoro determinata dalla segna

Giurisprudenza - CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 14 dicembre 2017, n. 30090

Conto assicurativo trasmesso dall'Inps - Erroneo contenuto - Risarcimento dei danni - Vizio di violazione di legge sindacabile in Cassazione - Erronea interpretazione della norma di legge o sussunzione del fatto accertato entro di essa - Allegazione di un'erronea ricognizione della fattispecie concreta a mezzo delle risultanze di causa - Ricorso inammissibile…