Scopri la nostra offerta

Soluzioni ad alto valore aggiunto al servizio del professionista.

Banche Dati

Le soluzioni digitali di TeleConsul sono ideate per supportare il professionista nel reperire l’informazione più corretta e aggiornata, con il corredo di guide, scadenzari e strumenti operativi.

Scopri di più

Software

I gestionali di TeleConsul nascono dall’esperienza concreta del professionista e sono la risposta più agevole e completa per sbrigare operazioni complesse, comprimendo i tempi di utilizzo e coniugando efficienza e tempestività.

Scopri di più

Editoria

Risposte immediate ai problemi della pratica quotidiana, grazie ad una linea di pubblicazioni e soluzioni digitali, progettate e ideate per il Consulente del Lavoro. Caratterizzata da un’impostazione operativa e sempre attenta alle novità del settore, l’Editoria TeleConsul si propone quale autorevole punto di riferimento per l’informazione, l’aggiornamento e lo sviluppo delle competenze del professionista.

Scopri di più

Formazione

Fortemente connessa ed integrata con la produzione editoriale, la Formazione TeleConsul si articola in eventi in aula, sia gratuiti che a pagamento, di diversa natura e durata: convegni, percorsi formativi e focus. Avvalendosi di relatori esperti e preparati, l’attività formativa consente un apprendimento efficace ed una trattazione approfondita delle tematiche, grazie ad una continua interazione fra docente e discente, che permette l’analisi dettagliata di casi concreti, emersi nella pratica professionale.

Scopri di più

Servizi

TeleConsul propone una serie di servizi e App che agevolano le attività quotidiane, facilitano funzioni in mobilità e danno ulteriore impulso allo sviluppo del business, anche grazie alla possibilità di apprendimento rapido tramite vari webinar.

Scopri di più

Contattaci

Offerte del mese

Metalmeccanica: avviso comune per la regolamentazione sui luoghi di lavoro

Sottoscritto, il 25/5/2020, tra UNIONMECCANICA E FIM FIOM E UILM, un avviso Comune rivolto alla gestione dell’emergenza sanitaria determinata dal Covid-19 negli ambienti di lavoro. In questa fase di emergenza è ancor più necessario garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro delle PMI per garantire anche la sicurezza su tutto il territorio nazionale al fine di rendere operativi nelle piccole e medie imprese i contenuti del Protocollo per la gestione dell’emergenza sanitaria determinata dal Covid-19 sottoscritto tra Governo, Cgil Cisl Uil e Confindustria lo scorso 24 aprile 2020.Con la sottoscrizione dell’Avviso comune, Unionmeccanica e Fim, Fiom e Uilm coinvolgono nella attività di prevenzione negli ambienti di lavoro la figura del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST) come previsto dal DLGS 81/08 e dal CCNL e procederanno a definire le modalità di costituzione del Comitato Territoriale con il coinvolgimento degli RLST, con l’obiettivo di fornire indicazioni per sensibilizzare ed indirizzare comportamenti omogenei nei luoghi di lavoro e ulteriori

Leggi
Ministero dell'Ambiente: misure di sicurezza per la fase 2

Siglato il 20/5/2020, tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e la CGIL-FP, la CISL-FPS, la UIL-PA, la CONFSAL-UNSA, la CONFINTESA, la FLP, la RSU, il protocollo di intesa sulle linee guida per la regolamentazione delle misure per la "Fase 2" nella sede del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. L’Amministrazione si impegna a condividere con le Organizzazioni sindacali tutte le informazioni e le iniziative volte alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e degli utenti in relazione al rischio di contagio da Covid-19.A tale scopo, viene istituito un Comitato di monitoraggio composto dal Datore di lavoro e dai suoi delegati, da rappresentati delle Organizzazioni sindacali, dalle RSU, dagli RLS, dal Medico competente e dall’RSPP.Le Parti si impegnano, attraverso l'istituzione di un tavolo permanente, a monitorare l’efficacia e ad aggiornare il presente accordo, anche in funzione dell’effettivo andamento epidemiologico sul territorio nazionale e delle novità normative e regolamentari in coerenza con quanto p

Leggi
Reati a condotta esaurita e prescrizione obbligatoria: i chiarimenti dell'INL

Nel caso di reati c.d. a "condotta esaurita" accertati anche nell’ambito della vigilanza prevenzionistica, vale a dire quei reati in cui l'obbligato non sia più nel potere di far cessare lo stato di antigiuridicità, già determinato dalla condotta commissiva ed omissiva che ha leso in modo definitivo l'interesse tutelato dalla norma o, comunque nei casi di reati non più suscettibili di sanatoria o regolarizzazione, il personale ispettivo provvede ad impartire apposita prescrizione, specificando tuttavia nel provvedimento l’impossibilità di adempimenti volti a sanare lo stato di antigiuridicità. Questa impostazione lascia ovviamente impregiudicato il diverso orientamento delle competenti Procure della Repubblica alle quali il personale ispettivo deve primariamente rapportarsi nello svolgimento delle funzione di U.P.G. (Nota INL 25 maggio 2020, n. 119). Il chiarimento dell’Ispettorato Nazionale del lavoro arriva in seguito ai dubbi sollevati in merito alle modalità di applicazione dell’istituto della prescrizione obbligatoria nel caso di reati c.d. a "condotta esaurita" accertati an

Leggi
Start-up: precisazioni sugli incentivi fiscali all'investimento

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta del 26 maggio 2020, n. 146, ha fornito chiarimenti in materia di incentivi fiscali all'investimento in start-up innovative Nel caso di specie, l'Istante dichiara di aver sottoscritto, nel corso del 2019, diecimila euro a titolo di investimento in una società avente i requisiti di start up innovativa, rientrando quindi nella fattispecie regolata dall'articolo 29 del d.l. n.179 del 2012.L'Istante dichiara, inoltre, di essere coniugato in regime di comunione legale dei beni e chiede se possa fruire della detrazione in misura pari al 30%della somma investita, indipendentemente dal regime di comunione legale con il coniuge. Il decreto legge del 18 ottobre 2012, n. 179 ha introdotto un quadro organico di disposizioni, riguardanti la nascita e lo sviluppo di imprese start up innovative.In particolare, l'articolo 29 del suddetto decreto, al fine di incentivare gli investimenti in start up innovative, riconosce determinati benefici fiscali ai soggetti che investono nel capitale sociale di tali società, sia direttamente sia indirettamente, tramite

Leggi