Scopri la nostra offerta

Soluzioni ad alto valore aggiunto al servizio del professionista.

Banche Dati

Le soluzioni digitali di TeleConsul sono ideate per supportare il professionista nel reperire l’informazione più corretta e aggiornata, con il corredo di guide, scadenzari e strumenti operativi.

Scopri di più

Software

I gestionali di TeleConsul nascono dall’esperienza concreta del professionista e sono la risposta più agevole e completa per sbrigare operazioni complesse, comprimendo i tempi di utilizzo e coniugando efficienza e tempestività.

Scopri di più

Editoria

Risposte immediate ai problemi della pratica quotidiana, grazie ad una linea di pubblicazioni e soluzioni digitali, progettate e ideate per il Consulente del Lavoro. Caratterizzata da un’impostazione operativa e sempre attenta alle novità del settore, l’Editoria TeleConsul si propone quale autorevole punto di riferimento per l’informazione, l’aggiornamento e lo sviluppo delle competenze del professionista.

Scopri di più

Formazione

Fortemente connessa ed integrata con la produzione editoriale, la Formazione TeleConsul si articola in eventi in aula, sia gratuiti che a pagamento, di diversa natura e durata: convegni, percorsi formativi e focus. Avvalendosi di relatori esperti e preparati, l’attività formativa consente un apprendimento efficace ed una trattazione approfondita delle tematiche, grazie ad una continua interazione fra docente e discente, che permette l’analisi dettagliata di casi concreti, emersi nella pratica professionale.

Scopri di più

Servizi

TeleConsul propone una serie di servizi e App che agevolano le attività quotidiane, facilitano funzioni in mobilità e danno ulteriore impulso allo sviluppo del business, anche grazie alla possibilità di apprendimento rapido tramite vari webinar.

Scopri di più

Contattaci

Offerte del mese

Approvato definitivamente il "Milleproroghe"

L'Aula, mercoledì 26 febbraio, con 154 voti favorevoli e 96 contrari, ha rinnovato la fiducia posta dal Governo sull'approvazione del ddl n. 1729, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, in materia di proroga di termini legislativi, nel testo trasmesso dalla Camera. (Senato - Comunicato stampa del 26.02 2020) Viene convertito in legge, con modificazioni, il decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, recante disposizioni urgenti in materia di proroga di termini legislativi, di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, nonché di innovazione tecnologica. Si attende la pubblicazione in gazzetta ufficiale.Nel testo trasmesso dalla Camera, tra le varie modifiche, sono contenute quelle relative alla tassa automobilistica, al canone unico comunale, alle accise sui sigari, alla cedolare secca sugli affitti, al bonus verde, ai canoni di concessione, all’antimafia per i fondi agricoli, all’uniemens agricoli, agli incentivi sull’energia da biogas, al codice dell'insolvenza, alla riforma della professione forense, al contributo per l’acquisto dei vei

Leggi
ARTIGIANATO: bilateralità per fronteggiare il Covid-19

Firmato il 26/2/2020, tra la CONFARTIGIANATO IMPRESE, la CNA, la CASARTIGIANI, la CLAAI e la CGIL, la CISL, la UIL, l’accordo interconfederale a sostegno dell'utilizzo degli strumenti della bilateralità da parte di aziende e lavoratori del comparto interessati dal covid-19. Firmato il suddetto accordo interconfederale, valutato che il livello di allerta sul Coronavirus si è intensificato a seguito del progressivo contagio nel nostro Paese e che, pur senza allarmismo, richiede impegno da parte di ogni soggetto, ritenendo opportuno un intervento a favore delle aziende e dei lavoratori del comparto attraverso un ulteriore rafforzamento e una specifica finalizzazione degli strumenti della bilateralità.Pertanto, in attesa dell'annunciato decreto legge che conterrà anche provvedimenti in materia di ammortizzatori sociali, essendo FSBA lo strumento che interviene con prestazioni di integrazione salariale in caso di sospensione o riduzione dell'orario di lavoro per difficoltà aziendali in favore dei lavoratori dipendenti dalle imprese che rientrano nella sfera di applicazione di FSBA,

Leggi
Diniego di rimborso: l'impugnazione obbliga la prova contraria

Nella controversia contro il diniego da parte del Fisco al rimborso delle maggiori ritenute subite a causa del mancato riconoscimento dell’agevolazione sulle somme percepite a titolo di incentivo all’esodo volontario, il contribuente è tenuto a produrre la documentazione necessaria a provare la natura delle somme percepite (Corte di Cassazione - Ordinanza 11 febbraio 2020, n. 3624) Nell’ambito della controversia per l’impugnazione del silenzio rifiuto sull'istanza di rimborso delle maggiori ritenute IRPEF operate dal sostituto d'imposta sulle somme erogate al momento della cessazione del rapporto di lavoro, asseritamente corrispondenti all’agevolazione prevista per i contributi di incentivo all’esodo dei lavoratori dipendenti, i giudici della Suprema Corte hanno confermato la legittimità del diniego, in considerazione del fatto che il contribuente non abbia in concreto dimostrato che le somme ricevute per la cessazione volontaria del rapporto siano state corrisposte a titolo di incentivo all'esodo e non ad altro titolo.Secondo la norma agevolativa (applicabile ratione temporis

Leggi
Indebiti non pensionistici, le indicazioni Inps sulle modalità del recupero

Ai fini del recupero degli indebiti sulle prestazioni a sostegno del reddito, in mancanza della possibilità di compensazione impropria o laddove, dopo l’operazione, residui una parte di indebito da recuperare, si deve procedere mediante trattenuta sulla prestazione in corso di pagamento, nei limiti del quinto del totale dei trattamenti in godimento, al lordo delle ritenute fiscali, ovvero mediante rimessa in denaro, anche in maniera rateizzata, su domanda dell’interessato e solo per debiti superiori a 100,00 euro (Inps, messaggio 25 febbraio 2020, n. 734). In attesa della emanazione di uno specifico regolamento recante criteri, termini e modalità di gestione del recupero dei crediti derivanti da indebiti non pensionistici, alle prestazioni a sostegno del reddito vanno applicate le disposizioni del Regolamento in materia di recupero indebiti da prestazioni pensionistiche e da trattamenti di fine servizio/fine rapporto nelle fasi antecedenti l’iscrizione a ruolo (Inps, determinazione presidenziale n. 123/2017), in quanto compatibili.In primis, il procedimento amministrativo prevede

Leggi